Multinazionali responsabili

#SDG8 – L’iniziativa per multinazionali responsabili sottoposta al voto

È deciso: dopo quasi 3 anni di dibattiti parlamentari l’Iniziativa per multinazionali responsabili verrà finalmente sottoposta al voto popolare, probabilmente nel mese di novembre.
Le due camere del parlamento hanno adottato un controprogetto molto “blando”, assecondando ancora una volta gli interessi del mondo economico a discapito della giustizia. Il controprogetto, che consiste nella pubblicazione di un semplice rapporto una volta all’anno, si allontana di gran lunga dalle aspettative degli iniziativisti: ovvero l’obbligo, da parte delle multinazionali avente sede in Svizzera, di rispettare i diritti umani e le norme ambientali riconosciute a livello internazionale in tutte le filiali con cui operano, quindi anche quelle all’estero. Tali imprese, in caso di denuncia, dovrebbero rispondere delle loro azioni davanti a un tribunale svizzero.

Considerando la drammatica situazione attuale del nostro pianeta e l’impronta ecologicamente e socialmente degradante di tali colossi economici, questa iniziativa apporterebbe un cambiamento auspicabile.

La lobby delle multinazionali, invece, piuttosto che investire nelle proprie responsabilità, prevede di spendere ben 8 milioni di franchi per la loro campagna contro l’iniziativa e farà pressione sugli elettori, tentando di infondere incertezze.

È quindi ora nostra responsabilità non lasciarci corrompere da false idee ed esigere che imprese come Glencore cessino quanto prima di inquinare il nostro pianeta e di violare i diritti delle popolazioni dei Paesi in cui opera.

Cosa possiamo fare? Gli iniziativisti non hanno i soldi delle multinazionali e hanno bisogno di sostegno per contrastare la campagna della loro lobby. Si può fare una donazione, ordinare gratuitamente una bandiera per rendere l’iniziativa visibile, informarsi e diffondere l’informazione a chi ci sta intorno.

bisogna agire ORA !

Condividi l'articolo:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altri articoli