Prendendo spunto dalla Giornata internazionale contro la violenza sulle donne che cade il 25 del mese, si rinnova l’appuntamento con un’importante campagna di sensibilizzazione promossa da COMUNDO (vedi i paesi dove coopera).

L’ Associazione Aress2030 ha deciso di sostenere questa iniziativa partecipando con l’amico MARCO ZAPPA (vedi progetto) in quanto questo fenomeno purtroppo è ancora troppo diffuso in tutto il mondo.

Contro La Violenza Sulle Donne 1
Contro La Violenza Sulle Donne 1

Con questa azione si desidera arrivare là dove la violenza spesso si consuma in modo palese, cioè tra le mura di casa, attraverso la metafora del pane: oltre 80 panetterie della Svizzera italiana lunedì 25 novembre distribuiranno il loro pane utilizzando degli speciali sacchetti che porteranno i numeri di emergenza a cui rivolgersi in caso di difficoltà.

Secondo la Polizia Cantonale anche quest’anno purtroppo si conferma la tendenza che vede aumentare i casi di interventi per violenza domestica: ad oggi, secondo il coordinatore cantonale per il servizio di lotta alla violenza domestica, signor Giorgio Carrara, si sono già registrati un’ottantina di interventi in più rispetto al 2018.

COMUNDO però si adopera per sensibilizzare anche il discorso dove la violenza sulle donne è più subdola, dove può moltiplicarsi perché non è evidente. A questo proposito insieme proporremo il seguente evento:

Testimonianza e musica,

Lunedì 25 novembre 2019 dalle ore 20 al Convento delle Agostiniane a Monte Carasso

con Sara Rossi Guidicelli, giornalista e scrittrice; Silvia Dragoi, maestra di scuola elementare in Romania, badante in Svizzera e Marco Zappa, cantautore ticinese, sensibile da sempre a diverse tematiche che toccano il tema sociale.

VI RINGRAZIAMO GIÀ SIN D’ORA DI TUTTO CUORE PER LA VOSTRA PARTECIPAZIONE E PER ACQUISTARE IL PANE PRESSO LE SEGUENTI PANETTERIE IL 25 NOVEMBRE PROSSIMO!

per maggiori informazioni vi invitiamo a consultare il sito di COMUNDO Svizzera Italiana www.comundo,org

Azione Panetterie Comundo
Azione Panetterie Comundo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *